Il 1° febbraio 2024 il 4A AFM e numerose altre classi dell’istituto hanno partecipato ad un incontro in aula Magna con Giampiero Ghidini, fondatore dell’associazione ‘Ema Pesciolino Rosso’.

‘”Lasciami volare pà” è la storia di Emanuele Ghidini, un ragazzo di 16 anni, morto suicida il 24 novembre 2013 dopo l’assunzione di una droga sintetica.

Come raccontato dal padre, Emanuele in quel periodo della sua vita aveva stretto amicizie poco raccomandabili che quella sera lo hanno persuaso ad assumere sostanze stupefacenti, portandolo poi a compiere quell’atto estremo.

Giampiero, raccontando la toccante storia di Emanuele, cerca di sensibilizzare i ragazzi sull’argomento delle droghe e contestualmente esorta i genitori a non trascurare i propri figli e a non sottovalutare alcun campanello d’allarme.

All’incontro, oltre a Giampiero, erano presenti altre figure: Marco, ex tossicodipendente, testimonianza diretta del lavoro, della dedizione e dell’attenzione operata dalle associazioni per il recupero; Don Roberto che con la sua costante vicinanza invita i ragazzi a mettersi a nudo di fronte alle loro difficoltà e alle loro fragilità, spronandoli ad un dialogo franco e privo di giudizi.

Anche il percorso compiuto da Giampiero è stato difficile ed intenso: inizialmente frustrato dai sensi di colpa, ha deciso di trasformare il suo dolore forza positiva e propositiva, ed è per questo che dal 2013 ad oggi ha dato vita ad oltre 2000 incontri in scuole, chiese e centri affinché adulti e ragazzi possono essere sensibilizzati dalla sua storia.

Quasi tre ore ininterrotte, senza pause e alcuna distrazione da parte dei presenti, hanno sancito il successo dell’incontro tra la commozione dei partecipanti che ha visto coinvolti non solo i docenti  ma anche i coetanei di Emanuele.

I membri della nostra scuola hanno dimostrato grande empatia nei confronti di questo padre coraggioso che ha saputo trasformare il dolore in forza, regalandoci una riflessione potente nella sua semplicità: amiamoci e amiamo intensamente tutto ciò che la vita ci dona.

Zaurrini Melissa, Lusi Dominik